Code Geass: sfatiamo i miti più diffusi (parte 3)

Clicca qui per andare alla versione internazionale (in inglese)!

Concludiamo la serie con quello che è forse il più diffuso e al tempo stesso più infondato tra i luoghi comuni.

"L'AMORE PER NUNNALLY E' SOLO UN PRETESTO. IL VERO MOVENTE DI LELOUCH E' LA SETE DI VENDETTA CONTRO IL PADRE PER LA MORTE DI SUA MADRE"
Da dove sia nata questa buffa idea è un mistero che a tutt'oggi non trova soluzione, vista sia la totale assenza di indizi a suo favore, sia la mole di indizi che suggeriscono l'esatto contrario.
Che Lelouch abbia un forte (e ben giustificato) desiderio di vendetta è ovviamente fuori da ogni dubbio; che tale risentimento sia il principale motore dietro le azioni di Lelouch è una completa assurdità che va contro la più palese evidenza: basti pensare a tutte le volte in cui Lelouch è quasi sul punto di mandare a monte tutti suoi obiettivi proprio per via di Nunnally: basti pensare all'episodio "la maschera ripudiata" dove Lelouch prende seriamente in considerazione l'idea di rinnegare tutto cio che ha fatto semplicemente a seguito del rifiuto di Nunnally; o immediatamente dopo la presunta morte di Nunnally, dove a fronte dello shock Lelouch sbrocca e si lascia scappare quanto sostanzialmente abbia visto tutti i suoi sottoposti come nient'altro che pedine da sacrificare a lei. Dove sono invece le evidenze che tutto ciò sarebbe solamente una messa in scena per nascondere il suo desiderio di vendetta?

Semplicemente non esistono (*). Lelouch si decide a regolare una volta per tutte i conti con suo padre soltanto alla fine, per disperazione, dopo aver perso sia Nunnally, sia i suoi sottoposti, sia la possibilita di realizzare i suoi ideali, ovvero quando ormai non gli resta più alcun altra motivazione per continuare a vivere (tanto forte è il desiderio di vendicare sua madre che, pochi minuti dopo averla vista ritornare in vita di fronte a lui... lui la uccide! E per quale motivo? Di nuovo, per via delle sofferenze che lei, insieme a suo padre, hanno causato a lui e a Nunnally). Questo vuol dire forse che tutti gli ideali di Lelouch prima di allora in realtà non sono stati altro che una finzione? Niente affatto, i suoi ideali sono sinceri al 100%; semplicemente quando i due entrano in conflitto, è sempre Nunnally ad avere la precedenza. Non c'è niente di contraddittorio in ciò come sostengono alcuni, anzi è proprio in tale tensione tra il bene del mondo e i propri desideri personali che viene alla luce tutta la complessità e l'umanità del personaggio di Lelouch: tutti hanno degli ideali, dei principi etici e morali che vorrebbero veder realizzati nel mondo, ma al tempo stesso anche desideri e affetti personali che, per la stragrande maggioranza delle persone, hanno la precedenza.
Capire ciò è di fondamentale importanza per la comprensione non solo del personaggio di Lelouch, ma anche del messaggio stesso dell'anime: il principale traguardo nella crescita di Lelouch come personaggio sta proprio nel rendersi conto delle sue responsabilità verso il mondo intero e non soltanto verso Nunnally, e nel trovare la forza di andare contro anche ai propri affetti personali per il bene del mondo. Tale redenzione sarà testimoniata dalla scena finale dove, in un ironico capovolgimento del suo intento durante la serie, sarà proprio Nunnally l'unica a piangere mentre tutto intorno a lei il resto del mondo esulta per la gioia!

(*) Nella frase che Suzaku rivolge a Lelouch subito dopo la sparizione di Charles,"per quanto tempo ancora hai intenzione di continuare a usare Nunnally come scusa?", il termine "scusa" va inteso non come "pretesto", ma come "giustificazione": il vero senso della frase non è da intendersi come "per quanto tempo ancora hai intenzione di usare Nunnally come pretesto per nascondere i tuoi veri motivi?", come molti credono, bensì come "per quanto tempo ancora hai intenzione di considerare Nunnally una giustificazione valida per i tuoi crimini?"

Home