Code Geass: NON guardate la trilogia riassuntiva!

Clicca qui per andare alla versione internazionale (in inglese)!

Questo è un messaggio rivolto a tutti quelli che sono intenzionati a vedere il film di imminente uscita Code Geass: Lelouch of the Resurrection, ma non hanno ancora mai visto le serie originali e, per rimediare, intendano guardare la trilogia di film riassuntivi: "The Awakening Path", "The Rebellion Path" e "The Imperial Path" come "scorciatoia" per evitare di doversi sorbire ben 50 episodi:
NON
FATELO

O AL MASSIMO, se proprio 50 episodi vi sembrano troppi, guardate SOLO il primo film e la prima metà del secondo, ovvero la porzione di recap che copre esclusivamente la prima serie, e poi saltate direttamente alla seconda serie originale. Non seguire questo consiglio equivale a rovinarsi completamente l'esperienza.
Il motivo: questi film svolgono un lavoro egregio nel trasporre la prima stagione e (in misura minore) la seconda metà della seconda, ma assolutamente disastroso nel trasporre la prima meta di quest'ultima, al punto da sembrare costruiti a tavolino per perpetuare il falso mito di "R1 capolavoro, R2 spazzatura"; a questo punto si puo già immaginare l'orda degli haters obiettare "Ma quale trasposizione disastrosa! Semplicemente la R2 era già in partenza un disastro, e questi film non fanno altro che riconfermarlo!". Ebbene non solo cio è sbagliato, ma anzi il motivo per il quale la "nuova" R2 è cosi inferiore alla "nuova" R1 è strettamente correlato al motivo per cui originariamente era la R2 ad essere così superiore, pertanto capire l'uno equivale a capire l'altro.
Uno dei parametri più importanti per giudicare la qualità di un anime è la densità di contenuti, ovvero il rapporto tra la quantità di contenuti presenti in esso (trama, narrazione, eventi, personaggi, tematiche...), e la sua durata (in genere ciò equivale al numero di episodi): tale rapporto deve tendere il più possibile a un determinato valore di equilibrio al di sotto del quale si avrà una carenza di contenuti, e al di sopra del quale si avrà un eccesso; detto in altri termini: il numero di episodi deve essere adeguato alla quantità di contenuti che l'anime deve esporre; se l'anime ha troppi episodi e poche cose da raccontare (come purtroppo avviene nella maggior parte degli anime, come: .hack//SIGN, Eureka Seven, Simoun) il rapporto sarà basso e l'anime risulterà vuoto, annacquato e noioso; se al contrario l'anime ha tante cose da raccontare, ma troppi pochi episodi (caso emblematico: Occultic;Nine), il rapporto sarà troppo alto e l'anime risulterà confusionario, superficiale e tirato per i capelli. (*) Ora, a prescindere da quale tra le due stagioni di Code Geass si preferisca, è evidente a tutti come quella con la maggior densità di contenuti sia di gran lunga la seconda e come la prima sia un classico caso di rapporto troppo basso; di fatto, la prima serie di Code Geass altro non è che una lunga introduzione (almeno fino agli ultimi episodi) laddove la vera sostanza dell'anime è tutta nella R2, sia a livello di trama che di tematiche, come già visto in "Code Geass: sfatiamo i miti più diffusi", e come vedremo ulteriormente tra poco.
Questo spiega come mai nel trasporre la R1, i film svolgano un lavoro non solo egregio, ma forse perfino superiore all'originale: perchè con il minor tempo a disposizione è costretta a tagliare via i tempi morti e i filler (come ad esempio l'episodio del gatto, quello sulla madre di Kallen e tutta la saga di Mao) lasciando solo gli eventi che realmente contano; al tempo stesso questo spiega perchè viceversa, la trasposizione della R2 sia così pessima: qui la situazione è diametralmente opposta; non ci sono filler o tempi morti, anzi se la R2 ha un problema è proprio l'opposto: per narrare in modo ottimale la mole di eventi proposti sarebbero serviti ancora più episodi di quelli che effettivamente la compongono; ciò che si è tentato di fare è stato di comprimere in solo mezzo film una mole di eventi e personaggi che già a stento stavano nei 12-13 ep. della serie originale, portando il suddetto rapporto da un valore appena superiore a quello di equilibrio, ad uno spaventosamente sbilanciato verso l'alto. Il risultato è facilmente prevedibile: un disastro! Se guarderete i film senza esperienza pregressa della serie, a partire dalla metà del 2° film verrete improvvisamente travolti da una raffica di situazioni, eventi e personaggi appena accennati, a cui non riuscirete nè a stare dietro, nè men che meno ad affezionarvi, e a tratti comincerete letteralmente a chiedervi se per sbaglio non stiate mandando il film a velocità 4x.

E per quanto il disastro appena esposto sia limitato alla sola seconda metà del 2° film, (mentre il 3° riesce a trasporre abbastanza bene il resto della R2), ciò è più che sufficiente a rovinare la trilogia nel suo complesso perchè quella di Code Geass è una trama in cui praticamente ogni evento ha conseguenze dirompenti per il futuro svolgimento della stessa (il fortissimo accento sulle conseguenze delle proprie azioni è senza dubbio uno dei temi centrali e più evidenti di tutta l'opera, "Euphinator" insegna!) pertanto anche un minimo cambiamento può bastare per compromettere tutto l'insieme.

ATTENZIONE! INIZIO SPOILER!
Per una dimostrazione lampante di ciò, basta pensare a una delle scene piu celebri: la morte di Rollo (ora rinominato "Nebiros", per qualche ragione); sebbene la scena sia praticamente identica all'originale, nella trilogia perde completamente ogni sua ragione di esistere in quanto il personaggio in questione è stato declassato da secondario a mera comparsa, con uno screen-time talmente ridotto da rendere impossibile qualunque tipo di coinvolgimento emotivo con esso, e uno spettatore senza esperienza pregressa della serie si troverà inevitebilmente a chiedersi perche mai dovrebbe dispiacersi per la morte di un personaggio visto appena di sfuggita, e di cui ricorda a malapena il nome.
Ma la dimostrazione più evidente riguarda senza dubbio la morte di Shirley, o per essere più precisi: la sua assenza. Ebbene sì: questi nuovi film NON riassumono la timeline originale, bensì una alternativa in cui, sostanzialmente, l'unico cambiamento degno di nota è il fatto che stavolta Shirley NON muore. Una scelta assolutamente deprecabile per 2 ragioni: primo perchè rimuove una delle scene intrinsecamente migliori della R2; secondo perchè la morte di Shirley non è una dettaglio marginale, ma ha conseguenze enormi a livello di trama; per dirne una: è cio che porta Lelouch, accecato dalla rabbia, a effettuare la strage del Culto del Geass; rimuovere il catalizzatore principale di tale decisione, significa prendere un personaggio sì criminale, ma comunque umano e combattuto come Lelouch, e trasformarlo in un banale cattivone alla Yagami Light che non si fa remore a sterminare migliaia di persone per mero vantaggio personale.
ATTENZIONE! FINE SPOILER!


Cosa possa aver spinto i produttori a optare per questa strada è un mistero; se ciò fosse stato fatto per accontentare tutti quelli convinti che "una continuazione della serie originale rovinerà il finale" (leggere "Code Geass: Sfatiamo i miti più diffusi" per una definitiva confutazione di tale assurdità), la cosa avrebbe dell'ironico: una continuazione della serie originale non avrebbe avrebbe avuto motivo di rovinare alcunchè (a patto, ovviemente, che si fosse dimostrata all'altezza delle aspettative); invece, con le premesse di cui sopra, il nuovo progetto partirà gia col piede sbagliato: perchè sarà basata non sulla storia che tutti conoscono e amano, ma una sua versione inferiore e altamente fallata, e dovrà risultare MOLTO ma MOLTO convincente per mondarsi da questo peccato originale. Pertanto il consiglio finale che mi sento di dare sia a chi ha visto la serie originale sia a chi non l'ha ancora vista è: tenete basse le vostre aspettative.

(*) Va da sè che tale rapporto non basta che sia calcolato per tutto l'anime nel suo complesso: è importante anche che lo sia anche nelle varie parti che lo compongono! Potrebbe succedere (e di fatto succede molto spesso) che un anime abbia un rapporto nel complesso equilibrato, per via del fatto che i suoi contenuti siano estremamente sbilanciati verso l'inizio e/o la fine (casi tipici: RahXephon, Ergo Proxy), passando cioè da un estremo all'altro nel corso della serie!

Home